Stato d’emergenza e giustizia, la lettera al Min. Cartabia

Stato d’emergenza e giustizia, la lettera al Min. Cartabia

Il Primo Presidente della Corte di Cassazione, il Procuratore Generale della Corte di Cassazione e il Presidente del CNF hanno inviato una lettera congiunta al Min. Cartabia con la quale chiedono le intenzioni a proposito del perdurare dello stato di emergenza.

STATO D’EMERGENZA E GIUSTIZIA

Il termine dello stato di emergenza è attualmente fissato al 30 aprile. Una data molto vicina. Così tanto da creare incertezza tra gli operatori della giustizia.

Viene chiesto dunque al Min. Cartabia di valutare l’eventuale proroga del termine, con tutto ciò che ne consegue, e di comunicare la decisione in tempi brevi e in modo chiaro.

Solo questo darà infatti la possibilità agli Uffici della Corte e della Procura Generale, nonché all’Avvocatura, di affrontare le inevitabili difficoltà organizzative.

IL TESTO DELLA LETTERA AL MIN. CARTABIA

“In data 16 marzi 2021 il Primo Presidente della Corte di Cassazione Pietro Curzio, il Procuratore Generale della Corte di Cassazione Giovanni Salvi e la Presidente del CNF Maria Masi, in ragione dell’aggravarsi della pandemia, con una lettera a firma congiunta, hanno sottoposto alla Ministra della Giustizia prof.ssa Marta Cartabia l’opportunità di valutare in tempi rapidi se il termine dello stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario, attualmente fissato al 20 aprile 2021, debba essere prorogato, e con esso l’attuale regime processuale operante per il giudizio di legittimità (artt. 23 e 24 del decreto-legge 28 ottobre 2020, n.137, convertito dalla legge n.176 del 18 dicembre 2020).

La richiesta è stata sottoposta alla Ministra della Giustizia per rappresentare l’oggettiva difficoltà organizzativa in cui si verrebbero a trovare gli Uffici della Corte e della Procura Generale nel perdurare di uno stato di incertezza sul punto, nonché le esigenze dell’Avvocatura di poter operare scelte difensive consapevoli.

Poiché sono stabilite modalità processuali diverse per la trattazione dei ricorsi di legittimità, a seconda che persista o meno lo stato di emergenza sanitaria, è auspicabile che sull’eventuale proroga vi sia una scelta chiara, in tempi brevi.

Tale esigenza è connessa ai tempi richiesti dagli Uffici della Corte di Cassazione per gli adempimenti di cancelleria, per le comunicazioni alle parti e per la gestione delle udienze e delle adunanze, e dalla Procura Generale per effettuare le proprie valutazioni e assumere le opportune conclusioni.”

Scopri la piattaforma per il processo telematico Service1.

——–

LEGGI ANCHE:

Il programma di riforme del Min. Cartabia – giustizia penale e magistratura

Il programma di riforme del Min. Cartabia – giustizia civile, tributaria e ADR

TORNA ALLE NOTIZIE

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscrivendoti al servizio di Newsletter riceverai settimanalmente notizie riguardanti il settore telematico, corsi formativi e le ultime novità riguardanti il tuo lavoro.

Argomenti delle Notizie

Seleziona l'argomento che più ti interessa e leggi le notizie.

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Iso 27017
Iso 27018
Iso 9001
Iso 27001
Iso 27003
Agid
RDP DPO
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi