Modello 5/2020: calcolo, scadenze e modalità di invio

Modello 5/2020: calcolo, scadenze e modalità di invio

Cassa Forense ha pubblicato le linee guida sulla procedura d’invio del Modello 5/2020.

MODELLO 5/2020: CALCOLO DELLE SOMME

Le somme dovute sono calcolate in modo automatico a partire dai dati inseriti nel Modello:

  • – il reddito netto professionale (2019),
  • – il volume d’affari (2019),
  • – lo status di chi compila (praticante, avvocato iscritto, avvocato con agevolazioni nei primi 8 anni, pensionato).

La contribuzione ordinaria è pari a:

  • – il 14,5% per il calcolo del contributo soggettivo sul reddito netto professionale fino al tetto oltre il quale è dovuta la contribuzione del 3%;
  • – il 4% per il calcolo del contributo integrativo sul volume d’affari dichiarato ai fini dell’IVA.

Anche chi avesse un reddito pari a zero dovrà inviare il Modello.

SCADENZE DI INVIO E PAGAMENTO

A causa dei disagi generati da COVID-19, la data entro la quale inviare il Modello è stata posticipata dal 30 settembre al 31 dicembre 2020.

Il pagamento può avvenire:

  • – in due rate con scadenza 31 luglio e 31 dicembre. La data della prima rata può essere variata a patto che il pagamento delle due rate venga effettuato entro il 31.12.2020;
  • – in unica soluzione entro il 31.12.2020, senza interessi e sanzioni;
  • in due rate annuali di pari importo con scadenza 31 marzo 2021 e 31 marzo 2022, con un interesse dell’1,50%, su base annua, senza sanzioni;
  • mediante iscrizione nel ruolo 2021 (ruolo che sarà formato a ottobre 2021), maggiorati degli interessi dell’1,50%, senza sanzioni, con possibilità di ottenere rateazioni.

Vige il principio di tolleranza nel ritardo dell’invio del modulo e anche del versamento: se questo rientra negli 8 giorni successivi alla scadenza (8 gennaio 2021) non sono previste sanzioni.

MODALITÀ DI INVIO E PAGAMENTO

In fase di compilazione del modulo 5/2020 si deve scegliere obbligatoriamente un metodo di pagamento fra quelli disponibili.

Le alternative sono:

  • MAV bancari personalizzati;
  • – il servizio di pagamento tramite carta di credito “Forense Card”;
  • bonifico e c/c postale personalizzati.

La compilazione del Modello va eseguita in via telematica tramite il sito di Cassa Forense, seguendo questo percorso: accesso riservato – posizione personale – inserimento del proprio codice meccanografico e pin.

Per informazioni più approfondite vi invitiamo a leggere il comunicato di Cassa Forense.

Hai bisogno di computer e di strumenti informatici che ti permettano di svolgere la tua professione in modo veloce, sicuro ed efficiente? Scopri i nostri prodotti.

———

LEGGI ANCHE:

Esecuzioni immobiliari: i problemi del professionista titolare effettivo dei conti bancari

È finalmente possibile notificare gli atti via PEC anche alle PA non nel Reginde

TORNA ALLE NOTIZIE

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Agid
iso9001
27001
RDP DPO
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi