cassa forense indennizzi servicematica

Cassa Forense e COVID: nuovi indennizzi per chi si è ammalato

Cassa Forense ha predisposto nuovi indennizzi per gli avvocati colpiti dal COVID.

La notizia giunge con una nota pubblicata sul sito il 1 aprile.

GLI INDENNIZZI

A) € 4.000 ai superstiti dell’iscritto, in caso di decesso avvenuto fino al 31/1/2021;

B) € 4.000 ai superstiti dell’iscritto, in caso di decesso avvenuto tra il 1°/2/2021 e il 30/4/2021, che non abbiano titolo a godere della copertura assicurativa caso morte garantita da Cassa Forense, tramite EMAPI (iscritti ultra 75enni);

C) € 3.000 in caso di ricovero ospedaliero dell’iscritto in reparto di terapia intensiva;

D) € 1.500 in caso di ricovero ospedaliero dell’iscritto, con durata di almeno 7 giorni senza terapia intensiva;

E) € 1.000 in caso di isolamento sanitario obbligatorio dell’iscritto della durata di almeno 21 giorni certificati dal medico curante o dal Servizio Sanitario Nazionale e accompagnato da autocertificazione circa l’impossibilità a svolgere l’attività professionale nell’intero periodo di isolamento.

Le risorse totali a disposizione ammontano a 3 milioni di euro: 1 milione per le misure A, B, C e D; 2 milioni per la misura E.

Le misure non sono cumulabili tra loro, né con le misure standard previste dal Regolamento dell’Assistenza – Art. 2, comma 1 lett. a) e art. 14 comma 1 lett. a).

BENEFICIARI E PROCEDURA DI RICHIESTA

I nuovi indennizzi riguardano gli iscritti che hanno contratto l’infezione nel periodo fra il primo novembre 2020 e il 30 aprile 2021.

Per poterne usufruire è necessario che gli avvocati richiedenti siano in regola nei confronti di Cassa Forense. Chi non lo fosse può sistemare la propria posizione attraverso l’apposita richiesta di regolarizzazione spontanea (art. 76 Reg. Unico Previdenza Forense).

Le domande per ottenere gli indennizzi C, D ed E devono essere presentate online, seguendo la procedura che sarà disponibile sul sito di Cassa Forense, nella sezione riservata, a partire dal 15 aprile e fino al 30 giugno.

Le domande presentate prima del 15 aprile in forma cartacea non verranno prese in considerazione. Le uniche domande cartacee ammesse sono quelle relative agli indennizzi A e B.

Qui il testo del comunicato ufficiale di Cassa Forense sui nuovi indennizzi a favore degli avvocati colpiti dal COVID.

Rendi il tuo lavoro più digitale, scopri i prodotti Servicematica.

——–

LEGGI ANCHE:

Piattaforma ODR, la soluzione alle controversie legate agli e-commerce

Riforma del processo civile: pronta la commissione

 

TORNA ALLE NOTIZIE

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscrivendoti al servizio di Newsletter riceverai settimanalmente notizie riguardanti il settore telematico, corsi formativi e le ultime novità riguardanti il tuo lavoro.

Argomenti delle Notizie

Seleziona l'argomento che più ti interessa e leggi le notizie.

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Iso 27017
Iso 27018
Iso 9001
Iso 27001
Iso 27003
Agid
RDP DPO
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi