Bye Bye Internet Explorer!

Per anni è stato il browser più utilizzato al mondo, ma dal 15 giugno il software è stato sostituito dal successore Edge, lanciato nel 2015.

Il pensionamento di Explorer

Eric Van Aelstyn, dirigente del Gruppo Microsoft, ha affermato che «il pensionamento di Internet Explorer rappresenta una pietra miliare per la trasformazione digitale di tutti. Così come i nostri clienti, abbiamo lavorato sodo su questo percorso di abbandono di Internet Explorer e non avremmo mai potuto giungere fin qui senza di voi».

Il software non è più considerato così sicuro e non permette la navigazione di molti dei siti attuali. Explorer, secondo recenti dati, è utilizzato soltanto dallo 0,47% degli utenti. Mentre Google Chrome è stato scelto dal 62,78% dei navigatori.

Il browser Edge si basa su Chromium

La tecnologia di Google si pone alla base del browser su cui punta Microsoft. Edge, infatti, ha una versione che si basa su Chromium, ovvero l’architettura open source utilizzata anche da Chrome.

Tale versione sostituirà Explorer su Windows 10 (e versioni più recenti). Il vecchio browser d’ora in poi non riceverà supporto da parte della casa madre. In futuro, indirizzerà direttamente su Edge.

Internet Explorer per i nostalgici

Tuttavia, anche gli utenti di Edge potranno rivivere l’esperienza di Explorer. Ci sarà una modalità dedicata, che consente di visitare siti più vecchi imitando il comportamento in codice di Internet Explorer.

Explorer è stato lanciato nel 1995 è veniva usato dal 90% degli utenti. Il traguardo sembra irraggiungibile per il nuovo Edge, che viene scelto soltanto dal 4,6% degli utenti.

 

——————————–

LEGGI ANCHE:

Interruzione Servizio di Posta Elettronica Certificata del Portale Deposito atti Penali, per attività di migrazione verso nuovo Gestore

Approvata la Riforma del CSM

TORNA ALLE NOTIZIE

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscrivendoti al servizio di Newsletter riceverai settimanalmente notizie riguardanti il settore telematico, corsi formativi e le ultime novità riguardanti il tuo lavoro.

Argomenti delle Notizie

Seleziona l'argomento che più ti interessa e leggi le notizie.

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Iso 27017
Iso 27018
Iso 9001
Iso 27001
Iso 27003
Agid
RDP DPO
CSA STAR Registry
PPPAS
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi