Notifiche degli atti giudiziari via posta: dal 23 settembre obbligatori i nuovi modelli

Notifiche degli atti giudiziari via posta: dal 23 settembre obbligatori i nuovi modelli

Il Ministero della Giustizia ha diffuso il comunicato stampa con cui Poste Italiane annuncia che dal 23 settembre le notifiche degli atti giudiziari via posta tradizionale dovranno essere eseguite utilizzando i nuovi moduli.
Termina dunque il periodo di transizione previsto dopo l’introduzione dei nuovi modelli a seguito della Delibera AGCOM 155/19/CONS di maggio 2019.

I VECCHI MODELLI PER LE NOTIFICHE DEGLI ATTI GIUDIZIARI VIA POSTA TRADIZIONALE

I vecchi modelli di buste e moduli potranno essere utilizzati fino al 22 settembre. Superata questa data, le eventuali rimanenze non verranno né rimborsate né sostituite. Per questo motivo, è importante che i moduli non utilizzati vengano smaltiti e che i soggetti autorizzati procedano alla stampa in proprio dei moduli nel rispetto delle specifiche tecniche indicate su www.poste.it.
In alternativa, è possibile acquistare i moduli attraverso il il servizio “vendita stampati” disponibile nel medesimo sito.

Nel comunicato stampa ufficiale, Poste Italiane dichiara che «i clienti che presenteranno all’accettazione modulistica non conforme alle specifiche tecniche […] e quindi alla citata Delibera, a norma dell’art. 3 della l. 890/1982, saranno invitati a riconfezionare la spedizione utilizzando la modulistica conforme.
In caso di diniego, le spedizioni saranno accettate sotto la responsabilità del cliente e senza pregiudizio per la Società».

Potete visionare qui il comunicato di Poste Italiane e il comunicato del Ministero della Giustizia.

Cerchi una casella di mail PEC sempre accessibile, sicura e con piena validità legale? Scopri la Posta Certificata di Servicematica.

———

LEGGI ANCHE:

Phishing: cos’è, come è cambiato con il COVID e come difendersi

Riforma delle intercettazioni: siamo pronti? Forse no…

TORNA ALLE NOTIZIE

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Agid
iso9001
27001
RDP DPO
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi