Avvocati! Ultimi giorni per partecipare ai bandi per il rimborso dei percorsi formativi e dell’acquisto di strumenti informatici

Il 16 gennaio 2020 scade il termine entro il quale gli avvocati possono partecipare a due interessantissimi bandi.
Il primo, il bando 9/2019, assegna rimborsi per l’acquisto di strumenti informatici.
Il secondo, il bando 10/2019, rimborsi per percorsi di formazione specialistica.

1) IL BANDO 9/2019 PER L’ACQUISTO DI STRUMENTI INFORMATICI

Cassa Forense ha stanziato 2.650.000 € per sostenere gli studi legali che hanno acquistato nuovi strumenti informatici.

Il contributo erogato è pari al 50% della spesa complessiva documentata, al netto dell’iva, sostenuta nel 2018 e nel 2019. Tale spesa non può essere inferiore a 300 € netti e il contributo erogato non può essere superiore ai 1500 €.

SPESE RIMBORSABILI

Sono rimborsabili gli acquisti di un singolo strumento di una o più categorie tra quelle qui indicate:

computer fisso;
computer portatile;
monitor;
stampante, anche multifunzione;
scanner;
tablet;
fotocopiatrice, anche multifunzione;
• licenze di software per la gestione degli studi legali e relativi applicativi;
• strumenti per la conservazione e protezione dei dati dello studio.

Vuoi rinnovare gli strumenti informatici del tuo studio legale? Clicca qui

DESTINATARI E REQUISITI

Il richiedente: 

  • alla data di presentazione della domanda deve essere iscritto a Cassa Forense o all’Albo con procedimento di iscrizione alla Cassa in corso;
  • deve essere in regola con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa;
  • deve avere dichiarato un reddito professionale inferiore a € 50.000,00;
  • se non era tenuto all’invio del Mod. 5/2019, deve aver prodotto un reddito netto dall’attività forense inferiore ad € 50.000,00;
  • deve fornire la documentazione richiesta all’art. 5 del bando;
  • non deve aver goduto del medesimo contributo erogato col bando n. 9/2018.

2) IL BANDO 10/2019 PER L’ASSEGNAZIONE DI BORSE DI STUDIO

Cassa Forense ha stanziato un fondo di 1 milione di euro destinato a giovani avvocati che nel corso del 2019 hanno intrapreso percorsi di formazione specialistica (master, scuole di specializzazione, corsi di perfezionamento).

Gli avvocati potranno godere di un contributo pari al 50% della spesa sostenuta, al netto dell’iva, per il singolo master o corso, a patto che questo si sia concluso nel 2019 e che abbia avuto una durata non inferiore alle 20 ore.

Per i corsi frequentati in Italia, Città del Vaticano e San Marino, l’ammontare massimo a cui si può ambire è di 3.000 €. Per quelli all’estero è di 7.000 €.

Vuoi organizzare un corso di formazione sul processo civile telematico o la fatturazione elettronica presso il tuo studio ? Clicca qui

REQUISITI PER PARTECIPARE AL BANDO

L’avvocato:

  • deve essere iscritto a Cassa Forense o essere iscritto all’Albo con procedimento di iscrizione alla Cassa in corso;
  • deve essere in regola con le comunicazioni reddituali alla Cassa;
  • non può avere più di 45 anni alla data di pubblicazione del bando (18 giugno 2019);
  • deve comprovare l’avvenuta frequenza al percorso formativo, la durata e la data di conclusione;
  • non può aver già vinto il medesimo bando ottenendo rimborsi per il medesimo master/scuola/corso nelle precedenti annualità.

COME PARTECIPARE AI BANDI

La domanda va inviata entro la mezzanotte del 16 gennaio 2020 tramite sito di Cassa Forense, entrando nella sezione WELFARE, cliccando sul bando di interesse e poi su “Modulo Domanda”.

Insieme alla domanda deve essere fornita tutta la documentazione richiesta (es. fatture).
Domande incomplete o irregolari possono essere rigettate o seguite dalla richiesta di integrazioni. 

Il contributo viene rilasciato in base a una graduatoria stabilita in modo inversamente proporzionale al reddito netto dichiarato dal richiedente.
In caso di parità di reddito, la priorità è data all’avvocato iscritto da più tempo a Cassa Forense.

La graduatoria verrà pubblicata nel sito di Cassa Forense.
Non compariranno i nominativi degli avvocati, ma il numero di protocollo della domanda, il reddito netto dichiarato per la partecipazione, la data di nascita e da quanti anni si è iscritti a Cassa.

Per ulteriori informazioni, qui le versioni complete del bando 9/2019 per l’acquisto di strumenti informatici e del bando 10/2019 per la formazione.

TORNA ALLE NOTIZIE

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Agid
iso9001
27001
RDP DPO
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi