Atto di Indirizzo Politico e Istituzionale

Atto di Indirizzo Politico e Istituzionale: le novità 2020 del Ministero della Giustizia

Con la pubblicazione dell’Atto di Indirizzo Politico e Istituzionale il Ministero della Giustizia ha condiviso le proprie priorità politiche per il 2020.

Tra queste, trovano spazio progetti di digitalizzazione e informatizzazione della Giustizia, tra le quali l’estensione del PCT e l’introduzione del Processo Penale Telematico.

Come indicato nel documento, l’obiettivo principale è velocizzare i processi civili e penali e migliorare la qualità dei servizi amministrativi garantiti ai cittadini.

L’idea è che l’utilizzo degli strumenti digitali e l’integrazione tra sistemi operativi già esistenti facilitino lo scambio di informazioni tra uffici e istituzioni, garantendo la sicurezza dei dati personali.

Vediamo nel dettaglio le novità più interessanti.

NOVITÀ 2020 PCT

1) Il Processo Civile Telematico potrebbe dire addio alle PEC.
L’intenzione è quella di modificare quanto disposto nell’art. 16 bis del d.l. 179/2012, dando la possibilità di
effettuare i depositi anche tramite altri sistemi, primo fra tutti l’upload dei documenti su PST.

2) Partirà poi la sperimentazione che estenderà alla Corte di Cassazione la possibilità di depositare gli atti, consultare i fascicoli e effettuare i pagamenti telematici.

3) L’estensione del PCT agli Uffici Minorili è ancora in fase di analisi per meglio capire come consentire il deposito degli atti e la consultazione telematica dei fascicoli tutelando i dati personali dei soggetti coinvolti.

4) Ai Giudici di Pace verranno consentiti la consultazione dei fascicoli e, successivamente, il deposito telematico.

5) Un’altra novità riguarda lo sviluppo a livello nazionale della “nuova infrastruttura distrettuale evoluta” (GSU – Gestione Servizi Unep) già attivata sul Circondario di Milano.
La sperimentazione prevede la possibilità per gli avvocati di notificare telematicamente agli UNEP.

NOVITÀ 2020 PPT

1) Secondo l’Atto di Indirizzo Politico e Istituzionale, il 2020 vedrà l’introduzione ufficiale del Processo Penale Telematico, a partire dalla realizzare del deposito degli atti e della consultazione dei fascicoli.

2) Verrà incoraggiato l’uso della multivideoconferenza in modo che i dibattiti possano essere svolti a distanza e in conformità all’introduzione dalla legge 103/2017 che ha ampliato il numero di soggetti che possono fare richiesta di partecipazione a distanza.
Al momento, il servizio di multivideoconferenza è possibile in quasi 400 locali adibiti presso 29 istituti penitenziari e 95 uffici giudiziari. Sarà quindi necessario aumentare il numero di spazi attrezzati e implementarne le tecnologie.

3) Un altro intervento riguarda l’unificazione dei registri dei carichi pendenti sul territorio. Uniformando il sistema di ricerca si faciliterà l’ottenimento di informazioni utili alle indagini, soprattutto quelle relative alla criminalità organizzata.

4) Verranno implementati i sistemi di sicurezza per garantire la protezione dei dati relativi alle intercettazioni. Il Team centrale di gestione e coordinamento del Security Operation center del Ministero della Giustizia realizzerà le misure necessarie a proteggere le risorse informatiche e i dati in esse ospitati.

NOVITÀ 2020 BANCHE DATI

1) Si prevede la configurazione della banca dati nazionale integrata collegata all’istituzione della “Squadra Speciale di giustizia per la protezione dei minori” che si occuperà dei dati relativi agli affidi familiari.
L’obiettivo è consentire una maggiore vigilanza sulle procedure di affidamento. Sarà quindi necessario un censimento di tutti gli affidi e delle motivazioni che hanno spinto l’allontanamento dei minori dalle famiglie. Questo permetterà di comprendere la situazione a livello nazionale e individuare quali interventi tecnici e normativi sono necessari.

2) Un’altra banca dati che verrà coinvolta nei processi di ammodernamento è quella della magistratura onoraria di primo grado (giudici onorari di pace e viceprocuratori onorari). Questa banca dati è ormai obsoleta e necessita di essere aggiornata in base a quanto previsto dal d.lgs. 116/2017. Sarà necessario creare un software gestionale che consenta tale rinnovamento.

Potete leggere il testo integrale dell’Atto di Indirizzo Politico e Istituzionale del Ministero della Giustizia cliccando qui.

Vuoi affrontare le novità 2020 in serenità? Scopri Service1, il software dedicato a PCT, PAT, PPT e fatturazione elettronica. Leggi di più.

Posted in Pct

TORNA ALLE NOTIZIE

Servicematica

Nel corso degli anni SM - Servicematica ha ottenuto le certificazioni ISO 9001:2015 e ISO 27001:2013.
Inoltre è anche Responsabile della protezione dei dati (RDP - DPO) secondo l'art. 37 del Regolamento (UE) 2016/679. SM - Servicematica offre la conservazione digitale con certificazione AGID (Agenzia per l'Italia Digitale).

Agid
iso9001
27001
RDP DPO
Microsoft
Cisco
Apple
vmvare
Linux
veeam

ll sito utilizza cookie tecnici, di terze parti e cookie analytics per ottimizzare il sito. Cliccando "OK" accetti l'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi